• Francesca Ruberti

5. Un breve viaggio verso Kazan'

Lo scorso gennaio, in cerca di un inverno che tardava ad arrivare, sono salita su un treno diretto a Kazan'. Tra un mutare di profumi, temperature e fisionomie, ho scoperto per la prima volta una parte di Russia che non vedo l'ora di vedere di nuovo e conoscere meglio...


Straw hats

“Quando si viaggia per la Russia il treno non è solo un mezzo di trasporto, ma un'intero ambiente da vivere e visitare, al pari di una città"


Quinto giorno di viaggio Treno, Vladimir



6 gennaio 2020


Quinto giorno di viaggio da sola per la Russia. Sono in treno da nove ore, sto tornando verso ovest. Ne mancano ancora cinque per raggiungere l’antica città di Vladimir. Una luce candida entra dal finestrino del treno, mi sveglio e mi strofino gli occhi. Non credo a quel che vedo: un cielo terso, celeste, senza nuvole. Sono in Russia da sessantacinque giorni ed è la prima volta che vedo una gamma di colore diversa dal bianco perla - argento - grigio - nero. Il vagone si anima, c’è fila al samovar, le donne si spazzolano i capelli, gli uomini chiudono i bottoni delle proprie camicie. Qualcuno nasconde le boccette con i liquidi che gli hanno facilitato il sonno. Faccio una lunga chiacchierata con una giovane ragazza, Anja, piena di sogni e con un figlio curiosissimo di tre anni, Ivan, che porta sempre con sé. Non mi accorgo dello scorrere del tempo, il treno si ferma a Vladimir. Raccolgo rapidamente le mie cose e scendo dal vagone. Apro la porta della stazione, il cinguettio assordante dei passerotti infreddoliti che hanno trovato un riparo artificiale si mescola con le voci di chi aspetta e con quelle degli altoparlanti. È una bellissima giornata per passeggiare. L’indomani è Natale ed è anche il mio compleanno. Da un po’ credo che non sia soltanto una coincidenza essere nata proprio nel giorno di Natale di un paese che mi incuriosisce e mi affascina ogni secondo con la sua cultura, la sua storia, la sua lingua e la sua letteratura. Gli anni che passano mi rendono sempre pensierosa, oggi non ho molta voglia di scrivere. Continuerò domani.









Grazie per leggermi!

Dietro a questi racconti ci sono io, una viaggiatrice curiosa e instancabile. Se vuoi sapere qualcosa in più su di me, clicca qua!

Ricevi una notifica quando pubblico un nuovo articolo!

Grazie!

  • Facebook
  • Instagram